Il Mediterraneo che unisce al Premio della Cultura della Fondazione Carical

VIDEO | Il presidente Mario Bozzo: «Europa sbilanciata verso l’Atlantico, torni a guardare verso Sud»

di Salvatore Bruno
venerdì 5 ottobre 2018
23:04
12 condivisioni

Il dialogo e l’integrazione tra i popoli sulle sponde di un Mediterraneo che separa le terre ma unisce le culture. Al Rendano di Cosenza la Fondazione Carical celebra la dodicesima edizione del suo prestigioso Premio, restituendo una immagine trasparente del Mare Nostrum, lacerato dai contrasti sociopolitici dei nostri tempi e sporcato dalle traversate di bastimenti carichi di dolente umanità.

Riconoscimento articolato in sette sezioni

Una giuria internazionale, guidata da Mario Bozzo, ha designato i vincitori delle sette diverse sezioni in cui si articola la manifestazione. Condotta da Lorena Bianchetti, la cerimonia di consegna del riconoscimento si è svolta alla presenza delle massime autorità istituzionali. Il premio speciale è andato a Salvatore Vitale, astrofisico originario di Reggio Calabria, creatore di uno dei due algoritmi che consentono la comprensione delle onde gravitazionali.

L'elenco dei premiati

Sezione Società Civile: Nilüfer Göle Sociologia turca, è attualmente Direttrice all’École des hautes études en sciences sociales, Centre d’Analyse et d’Intervention Sociologiques (CADIS) di Parigi. Le sue ricerche sul’Islam, i casi di genere, il laicismo e la modernità hanno offerto un forte contributo al processo di comprensione e tolleranza tra le diverse espressioni ideologiche e religiose del Mediterraneo.

Sezione Scienze dell’Uomo: Sergio Luzzatto

Storico tra i più apprezzati nel panorama internazionale, è uno dei più attenti studiosi della Rivoluzione Francese. Il suo saggio Bonbon Robespierre (Einaudi, 2009) ha vinto nel 2010 il Premio Letterario Città di Bari per la sezione Saggistica. Il suo ultimo libro, I bambini di Moshe. Gli orfani della Shoah e la nascita di Israele (Einaudi, 2018), racconta l’avventura di Moshe Zeiri, cha in Italia ha salvato molti bambini ebrei, consentendo loro di rinascere da cittadini del nuovo Israele.

Sezione Narrativa Saverio Strati: Fernando Aramburu

Considerato uno degli scrittori più importanti della letteratura spagnola contemporanea, ha pubblicato romanzi e raccolte di racconti tradotti in diverse lingue, ottenendo numerosi riconoscimenti. Il suo ultimo libro, Patria (2016), si è aggiudicato numerosi premi in Europa, tra i quali il Premio Strega internazionale.

Sezione Narrativa Giovani: Enrico Galiano

Docente di Lettere in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato dieci milioni di visualizzazioni su Facebook. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Eppure cadiamo felici (Garzanti, 2017), il suo primo romanzo, è rivolto all’incomunicabilità che talvolta affligge il mondo dell’adolescenza.

Sezione Cultura dell’Informazione: Paolo Rumiz

Giornalista de Il Piccolo e de la Repubblica, ha seguito, come inviato speciale, gli eventi dell’area balcanica e danubiana, soprattutto in Croazia e in Bosnia-Erzegovina. È autore di numerosi “diari di viaggio” e di reportage, tra i quali quello realizzato in tutti i fronti della Prima Guerra Mondiale. Il suo ultimo libro, La Regina del Silenzio (La Nave di Teseo, 2017), è una favola dedicata al valore dei suoni che contrastano il frastuono, i cui capitoli sono accompagnati da suggerimenti su brani di musica classica da ascoltare per ritrovare la propria voce interiore.

Sezione Premio Speciale della Fondazione Cassa di Risparmio di Calabria e di Lucania: Salvatore Vitale

Astrofisico di origini calabresi, è Docente al Dipartimento di Fisica del prestigioso MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston. Le sue ricerche lo hanno condotto alla rivoluzionaria scoperta di un codice per la comprensione delle onde gravitazionali, cento anni dopo la teoria formulata da Albert Einstein, che ne aveva ipotizzato l’esistenza.

Sezione Traduzione: Mario Casari

Saggista e traduttore. È Ricercatore di Lingua e Letteratura Persiana all’Istituto di Studi Orientali a La Sapienza. Tra le sue opere più significative, ha realizzato, con Roberta Denaro, una prestigiosa edizione italiana de Le Mille e una notte (Donzelli Editore, 2016), uno dei più grandi capolavori della letteratura araba

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: