I misteri delle grotte di Faracò nel sottosuolo di Briatico

Sopralluogo di un gruppo di speleologi nella frazione di Paradisoni dove, in un terreno privato, sono presenti due particolari cavità. Prelevati campioni per comprendere la composizione

di G. D.A.
martedì 12 giugno 2018
15:00
26 condivisioni

A Paradisoni esiste un tesoro nascosto conosciuto a pochi. Sulle colline ad est di Briatico, tra ulivi secolari, in un terreno privato, è situata la grotta di Faracò. Qui ha fatto tappa nei giorni scorsi un gruppo di esperti e speleologi, composto da Antonio La Rocca , Piero Greco, Domenico Garritano, Paolo Cunsolo (del gruppo speleologico Forre del Tirreno). Presente anche la scuola subacquea Asd “The frogmen team” rappresentata da Leonardo Dorrico.

Un vero e proprio tunnel composto da due grotte contigue, una dall’ingresso imponente, collocate a 30 metri di distanza all’interno delle proprietà della famiglia Cascasi, noti produttori d’olio di oliva. L’esplorazione, durata un paio d’ore, è stata un’ esperienza  intensa ed ha permesso di avere notizie in più sul sito.

La prima grotta, lunga circa 200 metri, è facilmente percorribile con l’ausilio di muta e casco. Un suggestivo viaggio nelle viscere della terra. La seconda, più bassa, è lunga circa 300 metri. Particolarità del tunnel, la presenza di un sifone (passaggio stretto in cui l’acqua riempie la via d’accesso) che rende difficoltoso il proseguimento. Il sopralluogo ha permesso al gruppo di prelevare alcuni campioni di materiale in modo da stabilire la composizione. Successivamente verrà stilata una mappa topografica. Sulle cavità, meraviglia del sottosuolo, le notizie sono poche. La loro straordinaria bellezza attrae e induce a saperne di più. La più grande era stata attraversata dai proprietari del terreno, la seconda, vista la conformazione, è stata per lungo tempo terreno insondato.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

G. D.A.
Giornalista
♠Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facoltà Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro cuore in Milano. Giornalista pubblicista, dall’aprile 2013 ad oggi collabora come corrispondente con la testata giornalistica "Il Quotidiano del Sud". Parte integrante della manifestazione culturale "Festival Leggere&Scrivere" del Sistema bibliotecario vibonese; ha curato nel 2015 e 2016 l'ufficio stampa. Sempre nel 2015, addetto stampa nella manifestazione “Dieta Mediterranea, percorsi di consapevolezza del riconoscimento Unesco”, eventi in collaborazione con il Museo archeologico nazionale "Capialbi" di Vibo Valentia. Nelle prime due edizioni del "Festival per l'economia", aprile 2015 e 2016 a Vibo Valentia, ha ricoperto la carica di ufficio stampa. Nella sezione fotografia, nel giugno 2015 e nel giugno 2016, è stata scelta tra i finalisti del Premio internazionale "Art Contest". Si è occupata della comunicazione di alcune associazioni di volontariato del Vibonese. Tra queste l'associazione di psicologi e psichiatri "MiPiAci". 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: