Festa del papà: ieri figura autoritaria, oggi complice e amico (INTERVISTE)

I “nuovi padri” e il difficile compito di educatori. Come è cambiata questa figura nel tempo? Lo abbiamo chiesto ai papà di ieri e di oggi

di Rossella  Galati
19 marzo 2018
16:33
Condividi
Festa del papà, intervista ai cittadini
Festa del papà, intervista ai cittadini

Cambia la società ma non cambia l'amore di una padre verso i suoi figli. E se una volta il papà era una figura severa e autoritaria, ai tempi di oggi è diventato un amico. In tanti, artisti, poeti e cantanti, hanno celebrato la figura paterna: da Alda Merini a Salvatore Quasimodo, da Gianni Morandi a Fabrizio Moro, da Laura Pausini a Eros Ramazzotti, tutti ricordano il valore di quella certezza, l'amore di un padre, a cui aggrapparsi. E in questo giorno, festa di San Giuseppe che annuncia l'arrivo della primavera, molte sono anche le iniziative che soprattutto i bambini vivono con entusiasmo per festeggiare il loro papà, emblema di protezione e saggezza. Ma è un ruolo, si sa, non sempre facile, per questo avere un esempio da seguire a volte può essere fondamentale. Ma cosa pensano di tutto questo i papà? Glielo abbiamo chiesto.

Rossella Galati

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio