L'archeologo Cuteri sul centro storico di Cosenza: «Serve atto d'amore» - VIDEO

L'esperto ospite nella città vecchia del progetto Restart promosso dall'associazione Il filo di Sophia e dal comitato Piazza Piccola

di Salvatore Bruno
lunedì 2 luglio 2018
13:38
6 condivisioni

Trasudano di storia e di dolore le mura possenti di Cosenza Vecchia. Raccontano di una città popolare, ferita dai crolli, eppure ricca di fascino e custode di tradizioni antiche. Di una città complessa come i suoi problemi, degradata nei suoi angoli più o meno oscuri. A mantenerne la vitalità ci prova l’associazione culturale Il filo di Sophia, insieme al Comitato Piazza Piccola, con il progetto Restart, una spinta dal basso orientata a promuovere momenti di aggregazione e discussione. Appuntamenti utili a tenere acceso il dibattito sul centro storico, l'ultimo dei quali ha avuto come ospite anche l'archeologo Francesco Cuteri, intervistato da Salvatore Bruno.

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: