Cosenza vecchia, avviato il piano di ripopolamento

Il comune dispone la pulizia delle aree degradate e annuncia prossimi interventi per portare giovani coppie e studenti universitari

di Salvatore Bruno
venerdì 13 luglio 2018
15:05
17 condivisioni

Mario Occhiuto ha avviato una lotta senza quartiere nei confronti dei proprietari di quegli immobili di Cosenza vecchia, lasciati nell’abbandono, nel degrado e nell’incuria.

 

Bonifica delle aree abbandonate

Avviata, sotto il coordinamento dell’ispettore Tocci dell’Unità Operativa del centro storico della Polizia Municipale guidata da Giovanni De Rose, la bonifica del Giardino Passalacqua. «Prestissimo avvieremo un’azione molto forte – annuncia il sindaco - che diventerà la più grande opera di recupero mai realizzata riferita ad immobili privati lasciati all’abbandono e al degrado da parte dei proprietari, e oggetto delle mie precedenti ordinanze. Gli immobili pubblici sono stati già tutti recuperati».

 

Tempi maturi per gli espropri

Adesso saranno espropriati e subito messi in sicurezza gli immobili privati a rischio crollo, per destinarli a studenti e giovani coppie che ripopoleranno il centro storico, secondo l’accordo già stipulato con l’Unical. La previsione è che almeno altre tremila persone verranno ad abitare in questi bellissimi luoghi con la possibilità di spostarsi agevolmente con la metrotramvia arrivando in meno di venti minuti al campus universitario. Nelle prossime settimane – aggiunge Occhiuto - avvieremo l’iter degli espropri e delle requisizioni degli immobili con una delibera di giunta, poi eseguiremo la messa in sicurezza immediata e infine il progetto di valorizzazione, grazie anche ai fondi immobiliari che hanno già dato la disponibilità e che si sommano a quelli strutturali a disposizione».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: