Da Tiriolo Antica un progetto per lo sviluppo socio-economico della Calabria

L'associazione Scherìa si è aggiudicata, un anno fa, il finanziamento ministeriale del Bando Cultura Crea che prevede la gestione e valorizzazione del Polo museale e del Parco archeologico di Gianmartino

di Redazione
lunedì 23 luglio 2018
16:40
11 condivisioni
Tiriolo (Cz)
Tiriolo (Cz)

La missione di Scherìa, cooperativa situata nel cuore antico di Tiriolo, è quella di trasformare il patrimonio culturale della cittadina catanzarese in un luogo reale,  di crescita concreta e di sviluppo socio-economico per tutta la Calabria. Una sfida lanciata due anni fà dal Ministero per i Beni Culturali e Invitalia Spa e accolta positivamente dalla cooperativa. Scherìa, fondata nel novembre 2016, è la prima comunità-cooperativa in Calabria (e anche a livello nazionale) che ha basato il suo Statuto sul nuovissimo modello elaborato da Confcooperative e da Legacoop, per conto del Ministero dello Sviluppo economico e che si propone di co-progettare e co-creare, insieme a tutti gli attori della comunità locale, valide opportunità lavorative per i suoi soci, salvaguardando e valorizzando il patrimonio paesaggistico, storico, artistico, archeologico, antropologico locale.


A raccontare le finalità e dell’operato della cooperativa saranno Dora Di Francesco (dirigente dell'Autorità di gestione del Pon Cultura e Sviluppo Fers 2014-2020), Vittorio Fresa (dirigente di Invitalia Spa) e Riccardo Stocco, presidente di Scherìa, Comunità Cooperativa di Tiriolo. L'incontro, patrocinato dal Comune di Tiriolo, si terrà domenica 29 luglio, alle ore 10,30 presso la Sala conferenze del Polo museale di Tiriolo e sarà introdotto dai saluti del sindaco, Domenico Stefano Greco, del direttore del Museo Archeologico, Paolo Brocato e di Margherita Corrado, VII Commissione cultura del Senato.


Centro della discussione il progetto TirioloAntica, con il quale Scherìa si è aggiudicata, un anno fa, il finanziamento ministeriale del "Bando Cultura Crea" (l'incentivo che sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale, creativa e turistica) e che prevede la gestione e valorizzazione del Polo museale e del Parco archeologico di Gianmartino, due nodi di una rete che abbraccia il territorio catanzarese e le sue risorse. L'incontro è aperto a tutti i cittadini, le associazioni, e le imprese che si occupano dello sviluppo e della crescita del territorio. Questo incontro sarà il primo momento di una nuova e lunga stagione culturale.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: