Edilizia scolastica, l'ottimismo dell'assessore: «640 mln sul piatto»

VIDEO | Maria Francesca Corigliano, che detiene le deleghe alla Cultura e all'Istruzione, garantisce l'impegno della Cittadella per la sicurezza e il diritto allo studio degli studenti calabresi

di Rossella  Galati
venerdì 14 settembre 2018
14:27
3 condivisioni
Maria Francesca Corigliano
Maria Francesca Corigliano

«Nell'ambito dell'edilizia scolastica la Regione Calabria negli ultimi tre anni ha fatto tantissimo. C'è stato un impegno notevole per quanto riguarda l'adeguamento alle norme sismiche più recenti, consapevoli del fatto che la nostra è una terra a rischio sismico elevato. Nello specifico parliamo di 366 milioni di euro per i 534 interventi, già attuati o in fase di attuazione, a cui si aggiungeranno 273 milioni di euro per i prossimi 300 interventi». Così l'assessore regionale all'istruzione e alle attività culturali Maria Francesca Corigliano che, in vista dell'inizio del nuovo anno scolastico, precisa quali sono stati gli interventi del governo regionale per garantire agli studenti calabresi di esercitare il diritto allo studio in sicurezza. «Parallelamente è stata realizzata l'anagrafe regionale dell'edilizia scolastica per cui adesso tutti gli edifici sono censiti e se ne conoscono le caratteristiche. È un work in progress, man mano si sta andando avanti con i lavori e per quanto riguarda la futura programmazione, e quindi gli interventi da attuare, si procederà con una ricognizione dell'esistente».

 

Tutelare gli studenti con disabilità

Massima attenzione viene garantita inoltre dall'assessore agli studenti con disabilità. «Noi - continua l'assessore - abbiamo una competenza diretta, in collaborazione con le Province per quanto riguarda l'assistenza specialistica alla disabilità nelle scuole secondarie di secondo grado. Il problema è che il ministero trasferisce i fondi alle Regioni nel mese di dicembre quindi questo consente di programmare l'intervento solamente da gennaio in poi, così facendo gli alunni  con queste problematiche perderebbero più di tre mesi di scuola. Pertanto abbiamo già individuato una soluzione che annunceremo appena sarà definitiva, per partire già tra la fine di settembre e i primi di ottobre con la possibilità di dare attuazione al piano degli interventi senza aspettare il trasferimento dei fondi. Oltre a questo stiamo lavorando anche per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica anche attraverso il bando "Fare scuola fuori dalle aule", che ha registrato la partecipazione di numerosissime scuole e che punta a valorizzare le competenze e le conoscenze dei ragazzi in ambiti fisici diversi dalla scuola, facendo attività di apprendimento a tutti gli effetti. In questo caso l'investimento è stato di 3 milioni di euro di fondi europei».

 

Una giornata dedicata a ogni capoluogo 

«Per l'inizio del nuovo anno scolastico - conclude Corigliano - stiamo programmando una nuova attività. Quest'anno, infatti, la Regione Calabria intende incontrare direttamente il mondo della scuola nelle sue diverse componenti dedicando una giornata ad ogni capoluogo di provincia, con un momento che coinvolga le istituzioni, l'ufficio Scolastico Regionale, gli ambiti territoriali provinciali, insegnanti, rappresentanti degli studenti di ogni ordine e grado. Oltre ai saluti e all'incontro ci sarà la possibilità per le scuole di esibirsi in performance dando un assaggio anche delle loro competenze, con il coinvolgimento particolare degli istituti artistici».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: