Videosorveglianza in casa e radio collegata con forze dell’ordine, arrestato spacciatore

Il pusher 25enne di Cosenza aveva messo in piedi una piazza di spaccio protetta da un sistema di videosorveglianza e da un sistema radio sulle frequenze di polizia e carabinieri

lunedì 8 ottobre 2018
11:39
30 condivisioni
Il materiale sequestrato
Il materiale sequestrato

Deteneva una pistola e aveva impiantato un sistema per difendere la sua piazza di spaccio con radio scanner e sistema di sorveglianza. Un venticinquenne di Cosenza è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Rende, che hanno agito con l'ausilio dei colleghi del 14/mo battaglione Calabria, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione di arma clandestina.


I militari, a seguito di una perquisizione personale, hanno trovato il giovane in possesso di una grammo di cocaina. Allargato il controllo alla sua abitazione cosentina, i carabinieri hanno trovato la pistola, un silenziatore, altri 30 grammi di cocaina e 13 di marijuana, 340 euro in contanti, un cucchiaio intriso di cocaina, bilancini e materiale per confezionare la droga.


Scoperte anche la radio scanner per ascoltare le comunicazioni delle forze dell'ordine e un monitor collegato con quattro telecamere di videosorveglianza installate agli angoli del condominio.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: