Terrorismo, Di Matteo: 'La 'ndrangheta potrebbe fare affari con l'Isis'

Il pm Nino Di Matteo, intervenendo alla trasmissione 'Storie vere' su Rai 1 lancia l'allarme: le mafie non combattono il terrorismo, potrebbero fare affari con loro con il traffico di armi

di Redazione
2 dicembre 2015
13:42
Condividi

Le mafie non sono garanti della sicurezza del territorio, al contrario la criminalità può favorire l'infiltrazione, e l'espansione, del terrorismo per motivi cinicamente economici. Avverte il pericolo il pm di Palermo Nino Di Matteo, che interviene per contrastare la convinzione diffusa al Sud sull'assenza di pericoli grazie alla presenza delle mafie.

"Le mafie vogliono porsi agli occhi dell'opinione pubblica come garanti della tranquillità dei territori da loro governati - ha dichiarato il magistrato - mi è capitato di constatare che alcuni cittadini si siano convinti che in Sicilia e Calabria certi attentati non dovrebbero mai accadere perchè il territorio è controllato dalla mafia".

Un fenomeno "molto triste", perchè sta a significare che parte della popolazione guarda alle "mafie come un contraltare rispetto al terrorismo e alla possibilità di attentati". "La 'ndrangheta controlla in maniera attiva il mercato delle armi - conclude Di Matteo - non possiamo escludere che lo voglia utilizzare nei confronti di chi abbia finalità terroristiche. Per come dimostra la storia delle mafie, se dovessero intravedere il business non si porrebbero mai il problema dell'utilizzo di queste armi".

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
COMMENTI
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio