Catanzaro e quelle strutture sportive in preda a degrado e abbandono

VIDEO | Tre impianti nel giro di pochi metri, tutti nelle stesse condizioni. I cittadini: «Chi ci amministra si dovrebbe vergognare»

di Rossella  Galati
sabato 23 febbraio 2019
23:43
37 condivisioni
Il degrado di un campo di bocce
Il degrado di un campo di bocce

Sono stati consegnati nel 2009 i lavori per la realizzazione del campo di bocce a nord di Catanzaro, nel quartiere Mater Domini, nei pressi della chiesa principale. Oggi, a distanza di 10 anni quel campo di bocce tanto atteso dai cittadini e dalle associazioni sportive si presenta come una struttura imponente, mai finita, abbandonata a se stessa e senza nemmeno la copertura prevista. Ma non è finita qui, pochi passi più avanti infatti ecco un campetto di calcio, ricadente nella stessa area, Parco Genziana, da mesi con le porte rotte, diventato un rischio per i bambini del quartiere. E come se non bastasse, pochi metri ancora più giù un altro campetto di bocce inaugurato nel 2017 e diventato già simbolo di degrado con cavi elettrici danneggiati, poltrone rotte, rifiuti sparsi nell’area di gioco e il tendone squarciato.


«È tutto abbandonato, non c’è nessuna manutenzione – dicono alcuni cittadini -. Io gioco a bocce da quando avevo 6 anni, ora gioco con la Società Santa Lucia di Gagliano e tre volte a settimana, per gli allenamenti, siamo costretti a farci ospitare da altri comuni come Caraffa o Lamezia Terme perché qui non possiamo giocare. Chi ci amministra si dovrebbe vergognare. Ci auguriamo che risolvano il problema al più presto».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream