Il sottosegretario Sibilia a Vibo: «In prima linea contro la criminalità»

VIDEO | Il rappresentante del ministero dell’Interno commenta positivamente l’invio di nuovi agenti alla Questura cittadina e visita i beni confiscati

di Alessio Bompasso
venerdì 15 marzo 2019
14:15
32 condivisioni

Visita istituzionale del sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia a Vibo Valentia. Dopo Reggio, l’esponente di Governo, ha fatto tappa anche in città dove, alla presenza del prefetto Giuseppe Gualtieri, del vicario Eugenio Pitaroe delle massime autorità istituzionali e militari sul territorio ha presieduto un incontro in Prefettura nel corso del quale è stato fatto il punto sul comparto sicurezza in provincia alla luce anche del potenziamento delle forze di polizia che lui stesso aveva annunciato nella sua prima visita a Vibo. «Trenta uomini in più in forza alla Questura che dimostrano - ha sottolineato Sibilia - la presenza dello Stato anche nei piccoli centri. Dall’ultima volta - ha continuato l’esponente pentastellato di Governo - la situazione è migliorata. Ci sono più forze dell’ordine per assicurare la sicurezza ai cittadini, si è ricostituito il nucleo dei beni confiscati (alcuni dei quali visitati dallo stesso sottosegretario nel corso della mattinata, ndr), tutti segnali importanti - ha ribadito Sibilia - che confermano il lavoro del Governo contro il malaffare e la criminalità sottolineato nelle ultime ore anche dall’arresto del boss vibonese Pantaleone Mancuso detto “l’ingegnere”. Un segnale in più - ha chiosato - che si vuole dare all’Italia, alla Calabria onesta che vuole resistere».

 

Una presenza, quella di Sibilia, rimarcata dal prefetto di Vibo Valentia Giuseppe Gualtieri: «Questi sono simboli importanti perché si capisce che - ha spiegato - lo Stato centrale è vicino anche alle periferie e si capisce che la provincia di Vibo è una di quelle province dove l’impegno è maggiore e dove vi sono percentuali di crescita e di cambiamento in termini di repressione e prevenzione del crimine». Proprio negli ultimi giorni, su impulso dello stesso prefetto, il blitz interforze sul cantiere del nuovo ospedale: «Questi controlli sono a vantaggio di chi fa impresa onesta perché - ha sottolineato Gualtieri - se le leve del malaffare sanno che il controllo è costante e continuo, gli stessi imprenditori sono invogliati a dire “no” a chi si fa avanti. Quindi - ha concluso il prefetto - questi controlli continueranno proprio perché vogliamo che questo appalto nato male si concluda con quelle che sono le regole dello Stato e delle persone perbene». Nel corso della sua visita, accompagnato dal commissario prefettizio Giuseppe Guetta e dallo stesso Gualtieri, Sibilia si è poi recato in visita nelle sedi provinciale dell’Ente nazionale sordi e dell’Unitalsi, che sorgono all’interno di beni confiscati siti nel quartiere Feudotto. 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: