Sigarette e ricariche in cambio di rapporti sessuali: tre arresti a Bisignano

Secondo quanto emerso avrebbero sfruttato due minorenni, in particolare un 13enne e un ragazzino di 15 anni approfittando della situazione economica disagiata. Due persone sono finite in carcere, una ai domiciliari

di Redazione
16 marzo 2017
11:42
Condividi

Promettevano sigarette o ricariche telefoniche, approfittando della situazione economica disagiata delle vittime, poco più che ragazzini. Tre persone di 51 (Bisignano), 28 (del Cosentino) e 36 anni (del Cosentino), avrebbero messo in piedi, secondo l’accusa, un giro di prostituzione minorile. Questi, inoltre, sarebbero indagati anche per atti sessuali con minori.

 

L’indagine è stata avviata alcuni mesi addietro, coordinata dal procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal procuratore aggiunto Vincenzo Luberto e dal pm Debora Rizza. Il Gip di Catanzaro ha accolto la richiesta di misura cautelare e così due persone sono finite in carcere e una ai domiciliari.

 

Secondo quanto emerso avrebbero sfruttato due minorenni, in particolare un 13enne e un ragazzino di 15 anni. Dietro somme di denaro esigue, dai 10 ai 20 euro, intrattenevano rapporti di natura omosessuale.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio