Funzionari infedeli, rinviato a giudizio l'ex direttore amministrativo dell'Asp

Provvedimento verso Giuseppe Pugliese, ex manager dell'azienda di Catanzaro. Assolto invece perchè il fatto non costituisce reato Francesco Lucia, ufficiale della polizia giudiziaria in forza al Nisa

di Luana  Costa
13 settembre 2019
15:11
17 condivisioni

«Il fatto non costituisce reato». Con questa formula il Gup del Tribunale di Catanzaro, Carmela Tedesco, ha assolto Francesco Lucia, 50enne catanzarese, ufficiale della polizia giudiziaria in forza al Nisa accusato di falso ideologico per aver assieme al collega Francesco Santoro formulato un'annotazione di servizio, falsa in ogni sua parte, con lo scopo di impedire che l'ex direttore amministrativo dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, Giuseppe Pugliese, venisse iscritto nel registro degli indagati.
Francesco Lucia, difeso dagli avvocati Francesco Gambardella e Nunzio Raimondi, che aveva optato per il giudizio abbreviato, è stato ritenuto estraneo ai fatti contestati e assolto dall’addebito con la formula perché il fatto non costituisce reato. Per lui, il sostituto procuratore Irene Crea, aveva richiesto la pena di un anno e 6 mesi di reclusione. Rinviati a giudizio, invece, Francesco Santoro (difeso dall’avvocato Salvatore Staiano), 61 anni di Castrovillari, ufficiale della polizia giudiziaria e Giuseppe Pugliese (difeso dall’avvocato Francesco Laratta), 51 anni di Crotone, ex direttore amministrativo dell'Azienda sanitaria provinciale. Entrambi erano accusati di corruzione in atti giudiziari.


Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio