Racket e usura, il commissario Cuttaia in Calabria: «Lo Stato c'è» -VIDEO

«Dobbiamo recuperare la fiducia dei cittadini» così il prefetto ospite a Catanzaro. Nel 2017, il Comitato di solidarietà ha stanziato cospicue somme per le vittime

di Rossella  Galati
venerdì 27 luglio 2018
12:25
3 condivisioni

Nel 2017 il Comitato di solidarietà ha erogato oltre 3 milioni di euro per le vittime del racket, solo 172 mila euro per le vittime di usura. E' il dato reso noto dal commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura Domenico Cuttaia, in prefettura a Catanzaro, al termine di una fitta giornata di incontri con associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, rappresentanti di forze dell'ordine e magistratura.

«La specificità calabrese è quella di avere una maggiore predisposizione a denunciare il racket rispetto alla denuncia dell'usura. Siamo qui per far vedere che l'azione c'è, gli interventi ci sono, gli interventi devono migliorare. Deve essere anche migliorata la normativa per rendere più spedito l'iter. Perché noi dobbiamo aiutare le vittime subito. Lo Stato c'è - ha ribadito il commissario - ma è necessario che i cittadini facciano la loro parte denunciando fenomeni che rappresentano una seria ipoteca sullo sviluppo economico e sociale del territorio». Concetto quest'ultimo ripreso anche dal prefetto di Catanzaro: «il cittadino deve imparare a fidarsi di più di noi».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: