Prodotti ittici senza etichetta, raffiche di sanzioni della guardia costiera

In alcuni casi è stato rilevato che pesce in procinto di essere venduto violava le norme igienico-sanitarie. I controlli hanno riguardato l'intero litorale ionico 

di L. C.
4 luglio 2018
16:08
6 condivisioni

Mirati controlli sono stati effettuati dalla Guardia Costiera di Soverato in alcuni esercizi commerciali e venditori ambulanti nei Comuni di Soverato, Squillace, Borgia e Santa Caterina dello Ionio.

 

Nello specifico, in due ristoranti di Borgia e Soverato, sono stati rivenuti 22 chilogrammi di prodotti ittici congelati, privi di qualsiasi documentazione ed etichettatura per la rintracciabilità del prodotto. Il personale ha proceduto all’immediato sequestro del prodotto ittico ed alla comminazione di due sanzioni amministrative di 1.500 euro a ciascun titolare degli esercizi.

 

Successivamente sono stati sottoposti ad accertamenti un ristorante di Soverato, uno stabilimento balneare di Squillace ed un ambulante a Santa Caterina dello ionio, comminando sanzioni amministrative per un totale di 8.333 euro ai titolari delle attività e provvedendo al sequestro di 32,750 chilogrammi di prodotti ittici freschi e congelati, in violazione delle norme igienico-sanitarie.

 

Inoltre, nel corso dell’attività ispettiva, è stato rinvenuto un chilogrammo di novellame di sarda (‘bianchetto’) in un ristorante di Soverato in procinto di essere venduto. Trattandosi di specie ittica sottomisura – per la quale sono vietati la pesca, la detenzione, il trasporto e lo sbarco, si è proceduto al sequestro del prodotto ittico ed all’irrogazione di una sanzione amministrativa di mille euro al titolare dell’esercizio.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio