Picchia la moglie e minaccia di accoltellarla, arrestato 36enne

La segnalazione è arrivata ai carabinieri da una bambina. I carabinieri di Catanzaro sono intervenuti sul posto e hanno constato lo stato di agitazione dell'uomo e i segni di violenza sulla moglie

di L. C.
lunedì 30 luglio 2018
17:42
5 condivisioni

Una chiamata effettuata da una ragazza giunta alla sala operativa dei carabinieri sabato pomeriggio con la quale si denunciavano maltrattamenti da parte del padre. Da qui hanno iniziato gli accertamenti che hanno condotto all’arresto di un 36enne catanzarese, R.G. già noto alle forze dell’ordine. I militari sono giunti nell’abitazione segnalata dove hanno trovato una donna ancora in lacrime e con dei chiari segni di una recente colluttazione sul collo e la spalla sinistra, mentre l’uomo era ancora visibilmente agitato.

 

Quest’ultimo ha ricominciato ad urlare ed inveire contro la moglie, fino ad indirizzarle una serie di gravi minacce di morte ed alludendo ad un eventuale utilizzo di alcuni coltelli contenuti in un marsupio che si trovava lì vicino. Subito i carabinieri lo hanno bloccato facendosi consegnare due coltelli della lunghezza di 20 e 16 cm, effettivamente custoditi all’interno del marsupio e successivamente posti sotto sequestro. Dagli accertamenti effettuati, è emerso che a carico dell’uomo pendevano già due denunce per analoghi fatti segnalati dalla consorte la quale, nella circostanza, ha sporto ulteriore denuncia, spiegando come, da una lite per futili motivi, il marito sarebbe passato alle maniere forti.

 

La donna è stata quindi sottoposta ai primi accertamenti sanitari del caso, venendo poi dimessa dal pronto soccorso con un referto per contusioni alla spalla e al collo giudicate guaribili in sette giorni. Considerati i precedenti di polizia specifici, l’ulteriore episodio di sabato, le lesioni riportate dalla donna e le gravi minacce pronunciate dal R.G. nei confronti della moglie, alla presenza dei carabinieri intervenuti e dei quattro figli minori, l’uomo è stato arrestato per ipotesi reato di atti persecutori e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei propri genitori, in attesa del rito direttissimo.

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: