Indagano per furto ma scoprono attività di spaccio, 4 arresti nelle Preserre vibonesi NOMI-FOTO-VIDEO

Le attività portate avanti dall’alba dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. In tre mesi documentati 26 episodi di cessione di cocaina. Eseguite 4 ordinanze di cui 2 in carcere e 2 agli arresti domiciliari

martedì 24 luglio 2018
06:22
15 condivisioni

Alle prime ore della mattinata, a Capistrano, Mileto, Filadelfia e Grosseto, i Carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno con il supporto di quelli di Vibo Valentia e Grosseto hanno eseguito 2 misure cautelari in carcere e 2 agli arresti domiciliari emesse dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, su richiesta della Procura ordinaria di Vibo Valentia, nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina. 

 

L’attività investigativa, per fatti risalenti ai mesi dicembre 2016 e febbraio 2017, ha consentito di verificare validi elementi probatori nei confronti di 4 soggetti che spacciavano cocaina nei vari comuni ove erano domiciliati. L’operazione trae origine dalla visione e dall’analisi di alcuni filmati di telecamere di videosorveglianza, posta in essere dai Carabinieri della Stazione di Monterosso Calabro, i quali stavano indagando per un furto in abitazione. Nella circostanza, non venivano raccolti utili elementi per la prosecuzione delle indagini per il reato per il quale si stava procedendo, ma veniva evidenziata una possibile cessione di sostanza stupefacente.

Venivano quindi avviate le indagini per questa tipologia di reato consistite in intercettazioni telefoniche e ambientali, nonché indagini volte a monitorare gli spostamenti degli spacciatori e di alcuni consumatori. Nei 3 mesi di attività, sono stati documentati 26 episodi di spaccio di cocaina in capo ai 4 arrestati, che si identificano in Gaetano Zupo, cl. 84, originario di Vibo Valentia ma residente a Mileto, Robertino Caruso, cl. 73, originario della Germania ma residente a Filadelfia, Vito Ielapi, cl. 87, originario di Lamezia Terme ma residente a Polia e Rocco Caputo, originario di Vibo Valentia ma residente a Capistrano.

 

Custodia cautelare in carcere

Gaetano Zupo, 34 anni;
Robertino Caruso, 45 anni;

Arresti domiciliari

Vito Ielapi, 31 anni;
Rocco Caputo, 31 anni

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: