Fiumi di droga a Cosenza, Spagnuolo: «Qui un'intera generazione a rischio»

VIDEO | Nuovo allarme del Procuratore della Repubblica: «Lo spaccio rischia di lacerare il tessuto sociale». E il colonnello Sutera avverte: «Si spaccia anche nei luoghi della movida»

di Salvatore Bruno
4 aprile 2019
21:22
117 condivisioni

Fin dal suo insediamento a capo della Procura della Repubblica di Cosenza, Mario Spagnuolo ha intrapreso un'incisiva azione di contrasto alla diffusione degli stupefacenti a Cosenza e nelle aree limitrofe. Dall'operazione Mater, a quella denominata Ovuli itineranti, e poi ancora le attività di indagine promosse nella Valle del Crati, tra Montalto Uffugo, Lattarico e Bisignano, passando per gli arresti dell'inchiesta Fentanyl e di quella chiamata in codice Sette note sono innumerevoli le attività dell'ufficio inquirente, ora culminato nell'ennesimo blitz, definito dal magistrato il «più imponente effettuato» da quando ha assunto la carica di Procuratore capo. E ancora una volta Spagnuolo richiama le istituzioni ad affrontare quello che egli stesso definisce «un pericolo sociale» impossibile da sconfiggere solo con la repressione. Intervistato inoltre il colonnello Piero Sutera, comandante provinciale dei carabinieri di Cosenza ribadisce: «Tra i luoghi di spaccio c'è anche la movida».

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio