Operaio morto a Borgia, indagati per omicidio colposo i titolari della ditta

I due fratelli proprietari dell’impresa dovranno rispondere anche di abusivismo edilizio. La tragedia avvenuta mentre il 59enne stava lavorando al rifacimento di un muro

di Luana  Costa
giovedì 26 luglio 2018
17:28
15 condivisioni

Omicidio colposo e abusivismo edilizio. Sono questi i reati contestati per la morte di Orlando Danieli, operaio 59enne deceduto ieri in un cantiere allestito a Borgia, ai due titolari della ditta edile, l'architetto che ha diretto i lavori e il committente, per un totale di quattro indagati. I due fratelli proprietari della Edilizia Decorazioni Snc sono stati interrogati già nel pomeriggio di ieri dai carabinieri della stazione di Borgia. Le indagini dei militari si sono immediatamente concentrate sulle attività svolte nel cantiere che all'esito degli accertamenti sono risultate irregolari. Da quanto emerso i lavori sono difformi da quelli dichiarati ed è per questo che è scattata la denuncia non solo per abusivismo edilizio ma anche per omicidio colposo.

 

La tragedia è avvenuta ieri intorno alle 10 quando l'operaio è precipitato da una scala ferendosi a morte sui ferri realizzati per le fondamenta del muro di contenimento che stava per essere costruito. Sul caso ha aperto un fascicolo d'indagine la Procura di Catanzaro affidata al sostituto procuratore Alessandro Prontera che questa mattina si è arricchito della informativa trasmessa dai carabinieri a cui sono affidate le investigazioni. Nei prossimi giorni sarà svolta l'autopsia sul corpo dell'operaio 59enne.

 

LEGGI ANCHE:  Incidente sul lavoro a Borgia, muore operaio travolto da un muro

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: