Omicidio nel campo rom di Scordovillo, preso l’assassino

Il fermo al termine di lunghe e serrate indagini. L’uomo era stato attinto da colpi di fucile in pieno viso durante una lite

di Tiziana Bagnato
venerdì 25 maggio 2018
19:17
13 condivisioni

Dopo articolate ed intense indagini, è stato fermato il presunto killer di Luigi Berlingieri, il cinquantenne di etnia rom ucciso al culmine di una lite all’interno del campo rom di Scordovillo, giovedì pomeriggio.

 

Si tratta di Salvatore Amato, 32 anni. Berlingieri è stato ferito da un colpo di fucile a canne mozze in pieno viso durante un diverbio. Entro domani verrà effettuata l’autopsia sul corpo. Ad effettuare le indagini gli uomini della Questura di Catanzaro e quelli del commissariato di Lamezia Terme. Questa mattina il vertice a cui aveva preso parte anche il procuratore della Repubblica Salvatore Curcio.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Tiziana Bagnato
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: