Occultava ricavi per evadere le tasse, nei guai imprenditore di Altomonte

L'uomo, titolare di un'attività di vendita di autoveicoli, avrebbe sottratto al fisco oltre due milioni di euro

di Salvatore Bruno
martedì 9 ottobre 2018
11:48
3 condivisioni

I militari della Guardia di Finanza di Castrovillari hanno eseguito un sequestro preventivo per l’importo di circa due milioni e trecentomila euro, emesso dal Gip della città del Pollino, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di G.C., 52 anni, titolare di una ditta individuale di commercio di autoveicoli con sede nel ad Altomonte. L’uomo è indagato per evasione fiscale ed occultamento di documenti contabili. L’attività rappresenta l’epilogo di una complessa attività d’indagine in materia economico-finanziaria espletata dalle Fiamme Gialle su delega del procuratore Eugenio Facciolla e del sostituto Flavio Serracchiani.

Le auto importate da diversi paesi europei

L’indagine è stata avviata in seguito ad un ordinario controllo fiscale che ha interessato gli anni 2011, 2012 e 2013. L’imprenditore è risultato evasore totale non avendo mai dichiarato ricavi per oltre sette milioni di euro ed evadendo imposte per oltre due milioni. Il commercio delle autovetture, circa 250 le transazioni ricostruite, avveniva prevalentemente attraverso acquisti effettuati da paesi europei, in particolare la Germania e la successiva rivendita, non dichiarata, in diverse regioni d’Italia, in particolare Calabria, Lazio, Campania e Basilicata. Al fine di sottrarsi ai controlli ed impedire la ricostruzione del volume di affari e dei redditi l’imprenditore aveva provveduto a distruggere gran parte della documentazione contabile. Il sequestro preventivo disposto a carico dell’imprenditore si è reso necessario per garantire il fisco, in caso di condanna, del rientro delle somme non versate.

L’imprenditore rischia fino a dieci anni di reclusione

Il reato di occultamento o distruzione di documenti contabili è sanzionato con la reclusione fino a sei anni, mentre per l’omessa dichiarazione di imposte è prevista la reclusione fino a quattro anni. Sono stati sottoposti a sequestro conti correnti, titoli di credito, beni immobili e numerose autovetture ancora intestate al commerciante, tra le quali anche potenti autovetture di rinomate marche automobilistiche tedesche.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: