‘Ndrangheta: sequestrati 2,5 milioni di euro ai fratelli Gaglianò

Sequestrato un ingente patrimonio immobiliare: i due fratelli secondo l’accusa sarebbero affiliati alla cosca Facchineri fin dagli anni ottanta.

di Redazione
venerdì 13 febbraio 2015
09:54
Condividi

La Dia di Genova ha disposto il sequestro dei beni dei fratelli Aldo ed Ercole Gaglianò. Beni per 2,5 milioni di euro, sequestrati a Tortona in provincia di Alessandria, e a Cittanova in provincia di Reggio Calabria. Il padre dei due fratelli fu ucciso nel 1978 a Genova, a causa della “faida di Cittanova”, che vedeva contrapporsi la cosca Facchineri, di cui farebbero parte i Gaglianò, e la Raso-Gullace-Albanese. Anche un altro fratello è stato ucciso, nel 1991 sempre a Genova, dalla mafia siciliana dei Fiandaca-Emanuello, cosca collegata alla famiglia Madonia, dominante a Caltanissetta. La Corte d’Appello di Reggio Calabria ha disposto il sequestro dei beni dei due fratelli, ma ha respinto la richiesta di misure di sorveglianza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

COMMENTI

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: