Muore folgorato da un fulmine a Santa Caterina dello Ionio

L'operaio di Calabria Verde stava svolgendo il suo servizio antincendio come vedetta insieme a un collega che è rimasto ferito ed è stato trasportato in ospedale a Locri. Il cordoglio dell’azienda pubblica e della Regione

di L. C.
1 settembre 2019
17:38
125 condivisioni

La prima ondata di maltempo, provoca anche le prime vittime in Calabria. Il bilancio è, infatti, di un morto e di un ferito nella prima giornata di piogge e temporali nel Catanzarese. L'episodio si è verificato a Santa Caterina dello Ionio, dove un operaio di Calabria Verde impiegato come vedetta è morto folgorato dopo essere stato colpito da un fulmine. Si tratta di Romano Franzè, 48 anni. Sul posto vi era anche un altro dipendente, Pierino Franzè di 53 anni (omonimo ma non parente dell'uomo deceduto), che si è salvato ed è stato trasportato all’ospedale di Locri dove si trova tuttora ricoverato. Gli operai erano impegnato nell’ambito del servizio antincendio nel territorio del Basso Jonio quando, in seguito alla pioggia riparandosi in prossimità dell’area dove svolgevano servizio di vedetta, sono rimasti colpiti da un fulmine. Entrambi erano originari di Caulonia.

I vertici dell’Azienda Calabria Verde e della Regione Calabria hanno espresso profondo cordoglio per il drammatico evento che ha visto coinvolto l’operaio, impegnato in una attività fondamentale come la prevenzione degli incendi. Ad esprimere vicinanza alla famiglia, il commissario straordinario dell’Azienda Calabria Verde, generale Aloisio Mariggiò, il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio e il dirigente del settore competente della Regione, ingegner Salvatore Siviglia.


l.c.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio