Presa a bastonate e gettata tra i rifiuti, Primula non ce l’ha fatta

È morta la cucciola trovata ai margini di una strada a Serra San Bruno dai volontari. Ferma condanna da parte della Lega del cane di Soverato

di Giusy D'Angelo
giovedì 26 luglio 2018
09:10
3956 condivisioni
Primula, la cucciola trovata tra i rifiuti
Primula, la cucciola trovata tra i rifiuti

Primula. Hanno scelto per lei un nome che evocasse la delicatezza dei fiori mentre sbocciano al tiepido calore dei raggi del sole. Quel calore che lei ha conosciuto solo prima di spirare mentre si tentava invano di tenerla in vita. È l' ennesimo caso di maltrattamenti e violenze ai danni di animali domestici. Questa volta, nessun lieto fine. Per la cucciola di sei mesi presa a bastonate e lasciata morente ai margini della strada, a Serra San Bruno, non c' è stato nulla fare.

Il cane gettato tra i rifiuti

Lo scricciolo bianco, ormai in fin di vita, assediato dai parassiti, era stato segnalato da alcuni cittadini. Giaceva tra i rifiuti in località Scorciatina. I volontari sono intervenuti, hanno sollecitato l'intervento dei soccorsi e delle istituzioni. E' stata Serena Voci della Lega del cane di Soverato a fare il passo decisivo prendendola in affido e predisponendo le cure. Quindi il trasporto nella perla dello Ionio ad opera dei volontari e la corsa nella clinica veterinaria di Francesco Sinopoli. Ma il trauma cranico provocato dalle violenze, fa sprofondare Primula in coma. Non si sveglierà più. La notizia del ritrovamento della cucciola, così come l' intera vicenda è stata documentata sui social.

La reazione dei social

Il livello d'indignazione è alto e sono gli stessi cittadini a chiedere che venga fatta luce sulla vicenda. Che la mano violenta venga identificata. Intanto a poche ore dal fatto, arriva la ferma condanna anche da parte della Lega nazionale del cane. In attesa che siano le istituzioni a fare la propria parte.

 

Giusy D'Angelo

 

Leggi anche:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Giusy D'Angelo
Giornalista
♠Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facoltà Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro cuore in Milano. Giornalista pubblicista, dall’aprile 2013 ad oggi collabora come corrispondente con la testata giornalistica "Il Quotidiano del Sud". Parte integrante della manifestazione culturale "Festival Leggere&Scrivere" del Sistema bibliotecario vibonese; ha curato nel 2015 e 2016 l'ufficio stampa. Sempre nel 2015, addetto stampa nella manifestazione “Dieta Mediterranea, percorsi di consapevolezza del riconoscimento Unesco”, eventi in collaborazione con il Museo archeologico nazionale "Capialbi" di Vibo Valentia. Nelle prime due edizioni del "Festival per l'economia", aprile 2015 e 2016 a Vibo Valentia, ha ricoperto la carica di ufficio stampa. Nella sezione fotografia, nel giugno 2015 e nel giugno 2016, è stata scelta tra i finalisti del Premio internazionale "Art Contest". Si è occupata della comunicazione di alcune associazioni di volontariato del Vibonese. Tra queste l'associazione di psicologi e psichiatri "MiPiAci". 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: