La conta dei danni dopo l'ondata di maltempo nel Catanzarese (VIDEO)

Il forte vento ha provocato momenti di paura. Ingenti danni per il comune di Botricello

di Rossella  Galati
giovedì 18 gennaio 2018
13:38
Condividi

Si sono registrati momenti di paura nel catanzarese a causa del forte vento che ieri ha interessato tutta la regione e che ha provocato danni consistenti con frane e mezzi pesanti ribaltati lungo la SS 106 ionica, con conseguenti disagi alla circolazione in particolare tra Guardavalle, Santa Caterina e Badolato, cedimento strutturale di un capannone tra Cropani e Sersale, guasti ai cavi elettrici a Chiaravalle centrale, pannelli caduti al teatro comunale di Soverato. A Catanzaro un tetto scoperchiato nel quartiere Fortuna.

Oltre 50 richieste di intervento alla Polizia Municipale di Catanzaro

"Abbiamo ricevuto circa 50 richieste di intervento in diverse parti della città - commenta il comandante della Polizia Municipale di Catanzaro gen. Giuseppe Antonio Salerno - con cassonetti dei rifiuti e alcune pensiline volati per strada, una vela caduta nei pressi del centro commerciale di Catanzaro lido, qualche albero spezzato; particolare attenzione è stata riservata alle vie dove insistono le scuole". Da ieri pomeriggio, e nuovamente questa mattina dalle 6, sono state impegnate sei pattuglie affiancate dai volontari del gruppo comunale di Protezione Civile. E i disagi legati al maltempo hanno reso necessario il provvedimento di alcuni sindaci, come nel caso di Soverato, Guardavalle, Badolato e Botricello che hanno emesso una ordinanza di chiusura di tutti gli edifici di ogni ordine e grado per ragioni di sicurezza.

Ingenti danni a Botricello

"Quella di ieri è stata una giornata assolutamente difficile - commenta il vicesindaco di Botricello Saverio Puccio - il nostro comune è stato colpito in pieno. Il palazzetto dello sport è completamente scoperchiato, sono volati i pannelli solari di tutte le strutture pubbliche. Ingenti danni anche per i privati". A subire le conseguenze del maltempo anche il comparto agricolo con aziende messe in ginocchio da raffiche di vento che hanno raggiunto i circa 100 km orari spezzando piante e danneggiando capannoni di quelle aziende che si occupano soprattutto delle coltivazioni in serra.

 

Rossella Galati

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream