Mimmo Lucano resta in esilio: rigettato il ricorso sul divieto di dimora

VIDEO | Confermata dai giudici reggini la misura cautelare. Il sindaco "sospeso" di Riace, rinviato a giudizio insieme ad altre 25 persone, non potrà fare rientro tra le mura amiche per almeno un anno

di Ilario  Balì
19 aprile 2019
20:20
245 condivisioni

Mimmo Lucano resta in esilio. Il tribunale dei Riesame di Reggio Calabria ha infatti rigettato l’istanza di revoca della misura cautelare presentata dai suoi legali, gli avvocati Antonio Mazzone e Andrea Daqua, dopo l’annullamento con rinvio disposto dalla Corte di Cassazione.

 

Per Lucano, indagato e rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Locri sui progetti di accoglienza a Riace, permane il divieto di dimora a Riace, dove non potrà fare rientro per almeno un anno. Adesso gli avvocati attendono di conoscere le motivazioni dei giudici reggini, prima di presentare un nuovo eventuale ricorso in Cassazione.

 

A giugno Lucano comparirà insieme ad altri 25 imputati davanti a giudici del tribunale di Locri, per rispondere delle accuse di associazione a delinquere, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, truffa e abuso d’ufficio. 

Ilario  Balì
Giornalista

Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il s...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio