Parla il boss cacciato dalla processione. «Ho sempre portato il quadro della Vergine»

VIDEO INTERVISTA | Giuseppe Accorinti, ritenuto al vertice dell’omonimo clan di Zungri, accetta di essere intervistato dal nostro network e si dice sorpreso per tutto il clamore che ha suscitato la sua partecipazione alle celebrazioni in onore della Madonna della neve. E quando gli abbiamo chiesto se si considera uno ‘ndranghetista ha risposto così…

di Redazione
mercoledì 8 agosto 2018
14:36
62 condivisioni

«Ho sempre portato il quadro della Madonna della neve fin dall’età di 9 anni. Mai è successo qualcosa né qualcuno ha avuto da ridire. Non capisco ora tutto questo clamore». 
Sono solo alcune delle affermazioni rilasciate da Giuseppe Accorinti nel corso di un’intervista realizzata in esclusiva dal direttore del tg di LaC News24, Cristina Iannuzzi.
Accorinti, ritenuto al vertice dell’omonimo clan di Zungri, è finito al centro di una vicenda che ha avuto risonanza mediatica nazionale, allorquando i carabinieri della Compagnia di Tropea hanno interrotto la processione nel corso della quale il pregiudicato 59enne, attualmente scevro da misure cautelari, stava portando a spalla la sacra effigie della Madonna della neve.

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: