Stop alla vendita di cannabis light, i negozianti a Scalea: «Non chiudiamo, siamo in regola»

VIDEO | Aperto dal luglio scorso, il negozio di canapa indiana e derivati ha rappresentato una piccola rivoluzione per tutto il territorio del Tirreno cosentino

di Francesca  Lagatta
2 giugno 2019
12:36
149 condivisioni

Il negozio di prodotti di canapa indiana e derivati di Scalea non chiuderà, almeno per il momento. E' quanto assicurano nel primo hemp store sorto nel Tirreno cosentino, dopo la recente sentenza della Corte di Cassazione che in queste ore sta mandando in confusione l'intera nazione. «Qui è tutto in regola - dichiara la commessa - non temiamo controlli e non temiamo la chiusura. Abbiamo fatto le cose secondo legge sin dal primo giorno e continueremo a farle. Finché non ci saranno in merito disposizioni più chiare, noi continueremo ad alzare le serrande».

Cosa è accaduto

A seguito della legge 242 del 2016, che legittima la coltivazione di canapa indiana, sono sorti numerosi negozi dedicati alla commercializzazione di infiorescenze e derivati, ma non tutti rispetterebbero i limiti imposti sulle quantità del principio attivo, il thc (tetraidrocannabinolo), il quale non deve superare la soglia dello 0,63. La Corte di Cassazione ne ha quindi vietato la vendita e di conseguenza, le forze dell'ordine hanno cominciato ad effettuare una serie di controlli in tutta Italia, che in molti casi hanno già portato alla chiusura degli store. Altri, invece, hanno deciso di farlo preventivamente, come il noto rapper milanese J-Ax, che ha spiegato così la sua decisione  ai clienti: «Al fine di evitare indebite speculazioni, abbiamo deciso di astenerci, per il momento, dalla vendita dei prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis sativa. Pertanto, fino a nuova e contraria comunicazione, il negozio rimarrà chiuso».

Un esempio di buona imprenditoria

L'hemp store di Scalea si chiama 4.20 e la sua apertura, risalente al luglio scorso, ha rappresentato per il territorio una piccola rivoluzione culturale. Il nome, che rievoca il numero della leggenda del 420 che in America è legata alla Festa nazionale della Marjiuana, è un marchio regolarmente registrato sia a numero, sia a lettere, e fa capo a una società omonima, la 4.20 srl, che si compone di una squadra imprenditoriale giovane e tutta al femminile, e sopratutto di successo, dal momento che gli affari sembrano andare molto bene. Ogni singola merce venduta all’interno dello store, dagli alimenti all’abbigliamento, è prodotta dal nuovo marchio calabrese.

I prodotti

Nell'hemp store è possibile acquistare infiorescenze di canapa sativa (usata principalmente per scopi terapeutici non ricreativi) il cui principio attivo è in una quantità compresa tra lo 0,2 e lo 0,5, dunque ben al di sotto della soglia dello 0,63 fissata dalla legge. Nell'esercizio commerciale, inoltre, sono in vendita anche prodotti cosmetici naturali e biologici, quindi non inquinanti.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista

Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalis...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio