I dipendenti del Comune di Locri campioni nazionali di assenteismo

Lo afferma un’indagine condotta dall’istituto Ermes e diffusa dal Sole 24 Ore, secondo la quale gli impiegati accumulano quasi 100 giorni di assenza l’anno

di Ilario  Balì
14 novembre 2017
13:24
Condividi

Per Locri ancora una maglia nera. A consegnarla è il rapporto dell’istituto di ricerca Ermes sull’assenteismo nella pubblica amministrazione e diffuso dal Sole 24 Ore. Secondo i dati riferiti al 2016 nella città di Zaleuco malattie, congedi, permessi e ferie hanno tenuto lontano dagli uffici i dipendenti del municipio per quasi 100 giorni l’anno. Un primato nazionale molto poco lusinghiero, per contrastare il quale non sono serviti a nulla gli appelli e le denunce negli anni scorsi del sindaco Giovanni Calabrese. Il primo cittadino aveva anche chiesto, in modo provocatorio, l’intercessione di Gesù Bambino, conquistando le prime pagine delle testate nazionali e molte ospitate nei salotti tv.

 


«Mi rivolgo a te - scrisse Calabrese nel 2014, raccomandandosi al Bambinello - non sapendo a chi altro rivolgermi. Sono costretto ad affermare che solo una minima parte dei dipendenti comunali lavora in modo serio e onesto, mentre tanti altri stanno a guardare in attesa che arrivi il fatidico "ventisette" per potersi vedere accreditato in banca l'importante, ma non sudato stipendio». Una provocazione che conquistò la ribalta italiana per qualche giorno ma che, a quanto pare, non è servita a molto.

 


Nel febbraio scorso, poi, ci provarono i carabinieri a mettere un freno a questo andazzo, con un blitz in Comune. I militari piantonarono tutte le uscite del palazzo di città, passando al setaccio i registri delle presenze. Ma per ora l’azione degli investigatori non ha prodotto esiti giudiziari. Il motivo forse risiede anche nel fatto che si tratta di assenteismo ordinario, di malattie certificate con generosità, di permessi concessi ad ampio raggio e congedi dati senza troppi controlli.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio