Crotone, l'amore verso il prossimo viaggia On The Road

Siamo saliti sul Camper della speranza insieme ai volontari che ogni sera percorrono le vie della città per distribuire un pasto caldo ai più bisognosi

di Giuseppe Laratta
venerdì 13 aprile 2018
14:24
118 condivisioni

Tendere la mano al prossimo: è questa la mission dei volontari dell'associazione crotonese "On The Road" che, con un camper, girano ogni sera per le vie cittadine per distribuire un pasto caldo ai più bisognosi. Un progetto nato tanti anni fa dalla voglia di un gruppo di persone di poter fare qualcosa per i più deboli: così, con i propri automezzi, iniziarono a girare la città per distribuire viveri. Grazie alla sinergia con vari enti, associazioni e la chiesa di Santa Rita, arrivò il primo camper che diede modo di poter svolgere questa attività così nobile. Da non dimenticare il grosso aiuto che arriva dai commercianti crotonesi che contribuiscono donando pane, pizza e dolci.

 

Siamo saliti insieme ad alcuni volontari per provare a vivere l'esperienza che fanno quotidianamente, dall'inizio – quando si fa il primo giro per raccogliere le donazioni – alla fine, quando si pulisce il camper e alcune stoviglie. Ogni sera, dal primo gennaio al 31 dicembre – senza saltare nemmeno un giorno – a turno i vari volontari salgono sul camper a distribuire il cibo in tre zone della città: alla stazione, nel quartiere Fondo Gesù e in piazza Pitagora. La quasi totalità di chi si avvicina al mezzo sono migranti, ma purtroppo esiste anche un piccolissima parte di crotonesi che cerca aiuto e conforto dai volontari, chiedendo pasta, caffè o dolci per i bambini. Fortunatamente, dagli inizi fino ad oggi il numero di bisognosi è diminuito.

 

«Ti fa un po' riflettere e ti fa pensare quanta gente ha bisogno di te – dichiara un volontario – c'è un 20% di crotonesi che si rivolge al camper, famiglie intere che usufruiscono del servizio, oltre alla persona sola che viene a mangiare». Non è facile scontrarsi con situazioni così delicate, ma con la buona volontà, il sorriso, anche la stanchezza accumulata dopo una giornata va via per far posto a un certo sentimento di appagamento per aver aiutato dei fratelli e delle sorelle. «E' una grande soddisfazione poter aiutare il prossimo – dichiara un altro volontario – nonostante la stanchezza fisica si continua a fare volontariato perchè è un'esperienza bellissima far del bene a chi ha bisogno. Mi sento utile».

 

Silenziosamente questo camper gira la città di Crotone, soffermandosi in zone “critiche” come la stazione ferroviaria, dove trovano rifugio alcuni migranti, o come il quartiere popolare Fondo Gesù, e tenta di poter aiutare con vivere gente che non riesce a rifocillarsi. A fine turno, la stanchezza si fa sentire, ma il sorriso sui volti dei volontari fa emergere tutta felicità del gesto.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: