Acqua contaminata, cosentini sereni alle fontane: «Sembra buona...»

VIDEO | La polemica sulla potabilità contrappone il senatore Morra e il sindaco Occhiuto ma tra chi si reca a fare scorta non c'è apprensione. In altre regioni italiane la presenza di un valore di coliformi inferiore a dieci viene ritenuta accettabile

di Salvatore Bruno
18 marzo 2019
17:57
16 condivisioni

Nella guerra dell’acqua a Cosenza c’è un nuovo fronte aperto per Palazzo dei Bruzi, oltre a quello attivo ad intermittenza con la Sorical. Questa volta lo scontro è con Nicola Morra. In una conferenza stampa il senatore pentastellato ha mostrato le analisi effettuate dall’Asp nel corso del 2018 e nel gennaio del 2019, concludendo che nelle fontane pubbliche del capoluogo sgorga acqua non potabile. Immediata la replica dal Comune, con il sindaco Mario Occhiuto che non ci ha pensato su due volte ed ha già dato mandato all’ufficio legale di querelare il parlamentare per procurato allarme.

Il monitoraggio dell’acqua è costante

I prelievi nelle fontane sono effettuati secondo un calendario settimanale dall’Unità Operativa Igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Azienda Sanitaria Provinciale e le analisi vengono svolte nei laboratori dell’Arpacal. Quando rivelano delle anomalie, come la presenza di coliformi, scatta la segnalazione al Comune per i provvedimenti del caso. Il Decreto Legislativo 31/2001 indica che i coliformi nell’acqua potabile devono essere pari a zero. Alcune regioni però, tra le quali non figura la Calabria, nel recepire la norma hanno adottato parametri differenti. In Veneto e in Valle d’Aosta, per esempio, nei casi in cui il valore dei coliformi in 100 millilitri, sia inferiore a 10 unità cosiddette formanti colonie (UFC), e non risultino altri elementi sospetti di un eventuale inquinamento, l'acqua viene ritenuta idonea al consumo umano. In 32 dei 44 casi documentati dal senatore Morra, l’unica anomalia registrata era proprio la presenza di coliformi inferiore a 10. Altro discorso sono i nove casi in cui si è invece riscontrata la presenza di escherichia coli, mentre in una circostanza sono state riscontrate tracce di enterococchi.

Cittadini sereni

La polemica si è rapidamente rovesciata nei social, ma davanti alle fontane pubbliche c’è comunque il solito via vai.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio