Cosenza, confisca beni da 22 milioni per quattro imprenditori

Il provvedimento emesso dal tribunale della città bruzia applicato nei confronti di un sodalizio di professionisti operanti nel settore della compravendita immobiliare e di autoveicoli

di Salvatore Bruno
venerdì 9 novembre 2018
07:04
3 condivisioni
Un’auto della Guardia di finanza
Un’auto della Guardia di finanza

Beni immobili per un valore di oltre 22 milioni di euro sono stati confiscati dai militari del comando provinciale di Cosenza della guardia di finanza, su disposizione del tribunale, ai danni di quattro soggetti ritenuti responsabili di plurimi reati fiscali e fallimentari commessi con società operanti nel settore della compravendita immobiliare e di autoveicoli.

Contestati i reati di sottrazione al pagamento delle imposte e bancarotta fraudolenta

In particolare, secondo le risultanze delle indagini condotte dalla Procura guidata da Mario Spagnuolo, il dominus del sodalizio criminoso, Antonio Ioele, 44 anni, si è reso responsabile dei reati di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e bancarotta fraudolenta, avendo illecitamente omesso di versare al fisco, i proventi destinati alla tassazione. Tali risorse sono state invece reimpiegate nella realizzazione di altre attività commerciali riconducibili intestate ai sodali: i due genitori e una sorella.

Applicate le norme del codice antimafia

Dopo aver eseguito lo scorso anno il sequestro di tali beni, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno dato esecuzione al provvedimento di confisca, emesso dal dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Cosenza, applicando la normativa del Codice Antimafia, solitamente prevista per il contrasto ai reati di criminalità organizzata, nei confronti dei quattro soggetti ritenuti fiscalmente pericolosi, in quanto dediti, nel tempo, alla commissione di una pluralità di reati fiscali, societari e fallimentari.

I beni confiscati

La confisca ha consentito di far confluire nel patrimonio dello Stato, i seguenti beni:

3 complessi aziendali

19 fabbricati

1 villa di pregio

2 capannoni industriali di rilevanti dimensioni

3 appezzamenti di terreno

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: