Concorsi al Pugliese, ricorso al Tar da chi si è visto annullare la prova

In 300 impugano la delibera del direttore generale dell'azienda ospedaliera catanzarese che ha invalidato le due preselezioni organizzate per reperire inferrmieri e operatori sociosanitari

di Luana  Costa
giovedì 11 ottobre 2018
22:26
24 condivisioni

È stato notificato sabato all’azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro un ricorso finalizzato ad annullare la delibera firmata lo scorso agosto dal direttore generale, Giuseppe Panella, con la quale sono state annullate le due prove preselettive per il reperimento di trenta operatori sociosanitari e diciotto infermieri. L’impugnativa, depositata al Tribunale amministrativo dagli avvocati Francesco e Giuseppe Pitaro, è stata promossa da circa trecento candidati risultati idonei alla prima fase di concorso e mira ad annullare la delibera con cui le due prove preselettive sono state invalidate.

 

Le irregolarità contestate

Le due procedure concorsuali che sono state espletate lo scorso luglio nell’auditorium della Fondazione Terina di Lamezia Terme sono fin dall’inizio finite nell’occhio del ciclone mediatico per presunte anomalie che hanno poi trovato conferma nell’atto sottoscritto ad agosto dal dg dell’ospedale Pugliese. Due le irregolarità accertate: “La correzione degli elaborati è stata eseguita, dalla società affidataria, senza che fosse presente una rappresentanza di candidati e l’elenco anonimo contenente il codice a barre, la stringa delle risposte esatte, quelle errate ed omesse nonché il punteggio grezzo collegato a ciascun candidato non risulta siglato dagli organi dell’azienda e da una rappresentanza dei candidati”.

 

Le motivazioni del ricorso

Nel ricorso le irregolarità pur accertate dai vertici aziendali non sono ritenute però fondate perché non inficerebbero il principio di anonimato né comprometterebbero l’imparzialità della correzione e la parità di trattamento tra i candidati.

 

Luana Costa

 

LEGGI ANCHE:

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: