Catanzaro Servizi, esposto in Procura per far luce su premialità non dovute

A chiedere alla magistratura di avviare le indagini il consigliere comunale, Fabio Celia, che più volte ha denunciato l'attribuzione di premi in denaro ad alcuni dipendenti

di L. C.
domenica 22 luglio 2018
09:20
5 condivisioni

È stato depositato nei giorni scorsi un esposto in Procura per accendere i riflettori sulle attribuzioni di premi in denaro al personale della Catanzaro Servizi, società municipalizzata che svolge per conto del Comune diverse attività.

 

A chiedere di far luce sulla questione il consigliere comunale di Fare per Catanzaro, Fabio Celia: «Ho chiesto – spiega - che gli organi inquirenti svolgano indagini in merito all’attribuzione di premi in denaro ad alcuni lavoratori della Catanzaro Servizi e non ad altri affinché venga verificata la regolarità di tali erogazioni di denaro pubblico. Ho anche chiesto lo svolgimento di indagini con riferimento all’omessa esecuzione, da parte della Catanzaro Servizi, di una delibera del consiglio comunale di Catanzaro con cui è stato autorizzato il cambio del contratto di lavoro del personale dipendente che ad oggi utilizza un contratto di servizi di pulizia generica che nulla a che vedere con le mansioni svolte dai lavoratori. Inoltre, è stato autorizzato il completamento delle ore dei lavoratori par-time al fine di portare questi ultimi ad un lavoro full-time. La Procura dovrà, pure, accertare se tutti gli organi della azienda comunale hanno adempiuto i loro obblighi di legge. Ho, pertanto, chiesto che la Procura, ove ritenga sussistenti i presupposti, eserciti l’azione penale in relazione ai reati individuando e nei confronti dei soggetti che saranno ritenuti responsabili».

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: