Sequestrate nel lametino due piantagioni di canapa

Situate una a Maida e l’altra a San Pietro a Maida avrebbero portato a guadagni illeciti per oltre cento mila euro

di T. B.
4 settembre 2019
10:54
10 condivisioni

Due piantagioni di canapa, una a Maida e l’altra a San Pietro a Maida, che avrebbero prodotto marijuana per oltre cento mila euro. È questo l'esito dell’attività di controllo del territorio dei militari della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, sotto la guida del Tenente Colonnello Clemente Crisci.

 

I baschi verdi delle Fiamma gialle, con il supporto della componente aerea del corpo, hanno così sequestrato una piantagione nel comune di Maida costituita da circa una cinquantina di piante di altezza da 70 a 120 cm, per un peso totale di 20 chilogrammi circa. Nelle immediate vicinanze era stato costruito anche un rudimentale essiccatoio.

 

I militari hanno individuato la seconda piantagione a San Pietro Maida. Qui sono state rinvenute 85 piantedi canapa indiana di varia altezza, alcune alte oltre due metri, in avanzato stato di maturazione, con diverse ramificazioni, del peso totale di 45 chilogrammi. Nei dintorni è stato rinvenuto anche materiale fertilizzante.

 

Si stima che la marijuana sequestrata, una volta essiccata e ceduta al dettaglio, avrebbe consentito di conseguire guadagni illeciti superiori ai 100mila euro.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

T. B.
Giornalista

Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorat...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio