Assalto al caveau della Sicurtransport, in tre rinviati a giudizio

Nove indagati hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con il rito abbreviato. Integrato anche il reato di danneggiamento aggravato

di Luana  Costa
lunedì 11 febbraio 2019
16:27
18 condivisioni

Sono stati rinviati a giudizio tre dei dodici indagati nell’inchiesta scaturita dall’assalto al caveau della Sicurtransport. Questa mattina si è tenuta l’udienza dinnanzi al gup del Tribunale di Catanzaro, Claudio Paris, che ha accolto la richiesta d’integrazione dei capi d’imputazione avanzata nella precedente seduta dai pubblici ministeri, Paolo Sirleo e Debora Rizza. Oltre all’accusa di rapina e ricettazione, gli imputati dovranno adesso difendersi anche da quella di danneggiamento aggravato.


Nove dei dodici imputati hanno optato per il rito abbreviato, richiesta accolta dal gup che ha stralciato le posizioni e rinviato l’udienza ad aprile. Si tratta di Mario Mancino, Matteo Ladogana, Carmine Fretepietro, Annamaria Cerminara, Pasquale Pazienza, Alessandro Morra, Dante Mannolo e Giovanni e Leonardo Passalacqua. Chiesto e ottenuto, invece, il rinvio a giudizio per  Massimiliano Tassone, Cesare Ammirato e Urso Nilo per i quali il processo procederà con rito ordinario.

 

Luana Costa

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: