Armi ed esplosivo potenziato dietro l’armadio: arrestato un 50enne

I carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno rinvenuto il materiale dopo una perquisizione domiciliare. Chiodi e pallini in ferro all’interno di un ordigno artigianale

di Redazione
martedì 9 ottobre 2018
17:55
Condividi
Una bomba carta - Immagine di repertorio
Una bomba carta - Immagine di repertorio

Nascondeva due fucili clandestini, munizioni ed un ordigno esplosivo artigianale, ma è stato scoperto ed arrestato dai Carabinieri. Si tratta di un uomo di 50 anni, Pietro Grande, scoperto dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme al termine di alcune perquisizioni domiciliari. L'arresto è avvenuto nell'abitazione dell'uomo, residente nel complesso popolare denominato "Ciampa di cavallo".


Dietro un armadio è stato rinvenuto un involucro voluminoso con due fucili clandestini, di cui uno a canne mozze, vario munizionamento per fucile e pistola e un ordigno esplosivo artigianale al quale era stato applicato sul fondo uno scompartimento contenente chiodi e pallini in ferro, dal micidiale potenziale offensivo.


Il tutto è stato sequestrato in attesa di accertamenti balistici per comprendere se le armi clandestine siano state utilizzate in vicende criminali. Grande è stato arrestato con l'accusa di ricettazione, detenzione di armi da sparo clandestine, detenzione illegale di munizionamento e di materiale esplodente.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: