Locri, anziano morto in ospedale. Cinque medici indagati

Chiuse le indagini della Procura sul decesso di un uomo di 76 anni, avvenuto lo scorso agosto

di Ilario  Balì
giovedì 12 luglio 2018
18:28
4 condivisioni

La Procura di Locri ha notificato cinque avvisi di conclusioni delle indagini per la morte di Claudio Reale, deceduto nell’agosto scorso all’ospedale di Locri. Gli atti sono stati emessi nei confronti di medici e infermieri, accusati di omicidio colposo perché avrebbero procurato, «per colpa dipendente da imperizia, imprudenza e massimamente da negligenza» il decesso dell’uomo, a cui non sarebbe stata diagnosticata una grave colecistite settica e verosimile pancreatite, «peraltro desumibili dall’esame dei parametri di laboratorio specifici e successivamente dalla Tac addominale». Tra gli indagati anche Domenico Calabrò, direttore della SOC di Pneumologia dell’ospedale.

 

Secondo l’accusa «I sanitari, inoltre, trattenevano il paziente nel Reparto di Pneumologia senza consultare i colleghi di altre branche specialistiche (internista, chirurgo, etc.), non richiedevano idonei accertamenti di laboratorio (esami colturali con antibiogramma) e non instauravano efficace terapia antibiotica preventiva».

L’uomo, 76 anni, era stato ricoverato nel nosocomio locrese in quanto in preda a una respirazione alterata con dolore toracico. A causa del peggioramento delle condizioni di salute, l’uomo era stato trasferito dal reparto di Pneumologia a quello di Rianimazione, fino al decesso avvenuto «per insufficienza multiorgano».

«Da evidenziare – annota la Procura - la circostanza che la PG non ha trovato traccia, subito dopo i fatti ed anche in epoca successiva, della scheda ove avrebbero dovuto essere annotate le terapie praticate al paziente».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: