Addio Vincenzo Iaconianni, il guru di Cosenza

Vittima di un aneurisma celebrale. Incarnava la Cosenza popolare, si era anche candidato a sindaco nel 2016

di Salvatore Bruno
16 luglio 2018
16:34
22 condivisioni

Un aneurisma celebrale si è portato vita a soli 63 anni Vincenzo Iaconianni, il Guru per tutti i cosentini. Riconoscibile dal caratteristico berretto di lana da cui negli ultimi anni non si separava mai, ha accusato un malore nella serata di giovedì e per oltre tre giorni ha combattuto tra la vita e la morte all’ospedale dell’Annunziata dove era giunto in condizioni disperate.

Una vit fuori dagli schemi

Nativo di Cariati, impiegato bancario dell’ex Cassa di Risparmio di Calabria e di Lucania, non aveva mai abbandonato la sua indole da spirito libero che lo aveva portato a consumare esperienze di rilevo nel campo musicale e cinematografico a Roma, dove ha completato gli studi prima di rientrare in Calabria. Dal 2003, durante la sindacatura di Eva Catizone, è stato uno dei collaboratori della Tv civica e del Monitorebrutio.net, le due innovative testate giornalistiche promosse in quella fase da Palazzo dei Bruzi. Negli ultimi anni aveva riscoperto l’amore per la fotografia, collaborando con il quotidiano Calabria Ora, e per la musica, contribuendo alla diffusione di Radio Ciroma.

Quella provocatoria candidatura a sindaco

Incarnando la Cosenza popolare, nel 2016 si è candidato a sindaco di Cosenza alla guida della lista di goliardica ispirazione Hettaruzzu Hebdo ma venne escluso dalla competizione elettorale per un cavillo burocratico. La redazione de LaCnews24.it si unisce al dolore della famiglia. I funerali si svolgeranno domani 17 luglio alle ore 16.30 in Cattedrale.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio