Abusi edilizi a San Sostene, scattano tre denunce

La struttura in via di costruzione era posta a una distanza di pochi metri dalla spiaggia e dalla battigia del mare. I militari hanno accertato l'insussistenza dei titoli abilitativi

di L. C.
venerdì 8 febbraio 2019
19:21
10 condivisioni

Una struttura edilizia in via di costruzione a una distanza di pochi metri dalla spiaggia e dalla battigia del mare. E' questo il contesto entro cui si è mossa l'azione dei carabinieri forestali di Davoli. L'area risulta, infatti, sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale ed idrogeologico, e all’interno della fascia di rispetto del demanio marittimo.

 

In particolare i militari, nel corso degli ordinari servizi, hanno individuato il manufatto, hanno proceduto alla verifica dell’esistenza dei necessari titoli abilitativi e, accertata l’insussistenza, anche presso i competenti uffici comunali, ed eseguiti gli accertamenti e i rilievi di rito, hanno deferito all’autorità giudiziaria i tre soggetti responsabili dell’esecuzione dei lavori. Di particolare rilievo sono risultate le modalità di esecuzione dei lavori consistiti nella realizzazione di una platea in cemento dell’altezza cospicua di quasi 1 metro e per una superficie di quasi 130 metri quadri, con soprastante struttura in legno lamellare di travi ancorati alla base e relativa copertura. Sia l’area che l’intera struttura è stata sottoposta a sequestro ed i tre soggetti sono stati deferiti alla competente autorità giudiziaria.

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: