Abbattuto ecomostro nel Crotonese dopo 23 anni dall’ordine di demolizione

Arrivate questa mattina le ruspe in località Le Cannelle del comune di Isola Capo Rizzuto sulla costa a ridosso del mare Ionio, in piena area marina protetta

di Redazione
mercoledì 1 agosto 2018
15:34
20 condivisioni

L'ordine di demolizione risale al 1995, ma è rimasto nel cassetto per 23 lunghi anni. Finché questa mattina le ruspe sono arrivate in località Le Cannelle del comune di Isola Capo Rizzuto ed hanno abbattuto quel manufatto sorto abusivamente sulla costa a ridosso del mare Ionio, in piena area marina protetta. La struttura, mai completata, di tre piani fuori terra, ciascuno di 220 metri quadrati, è stata acquisita al patrimonio comunale. Quindi, su impulso della commissione prefettizia che amministra il Comune di Isola Capo Rizzuto dopo lo scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose disposto all'inizio dell'anno dal ministero dell'Interno, è stata riavviata la pratica per la demolizione, eseguita dal Comune a proprie spese (35 mila euro) che ora dovrà rivalersi sull'autore dell'abuso.
I lavori di demolizione sono avvenuti sotto la sorveglianza della Polizia locale di Isola Capo Rizzuto, da Polizia di Stato e Carabinieri. L'intervento rientra nell'ambito del programma di demolizioni sottoscritto con la Procura della Repubblica di Crotone che era stato approvato dal Consiglio comunale di Isola Capo Rizzuto il 7 marzo 2016.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: