8 marzo, nel Cosentino un flash mob radiofonico contro la violenza sulle donne

Intorno alle 9, le radio locali trasmetteranno uno spot a cui ha prestato la voce l'attrice Annalisa Insardà

di Francesca  Lagatta
8 marzo 2019
06:37
70 condivisioni

Per l’otto marzo, lo sportello antiviolenza "La Ginestra" ha scelto di scendere in campo con un’iniziativa molto particolare. Nella giornata dedicata alle donne, infatti, sarà trasmesso in contemporanea sulle principali radio della provincia cosentina lo spot realizzato dall'associazione presieduta dall'avvocato Teresa Sposato. L'iniziativa servirà a sottolineare ancor una volta l’importanza di dire no alla violenza sulle donne. Numerose le radio che hanno aderito all'evento: Radio One, Radio Digiesse, Radio Azzurra, Radio Balla Balla, Radio Movida, Radio Italia anni 60, Radio Lattemiele, Radio Amore, Radio CRT. Lo spot sarà trasmesso intorno alle ore 9 e nei prossimi giorni anche nelle radio su scala nazionale.

La partecipazione di Annalisa Insardà

Lo spot è stato realizzato anche grazie all’attrice Annalisa Insardà, che ha prestato la sua voce nelle vesti di testimonial. «Sono sempre favorevole alle campagne di sensibilizzazione - ha detto l'artista -. Nel mio nuovo spettacolo, "Manipolazione indolore", che ha debuttato a Lachiarella a Milano lo scorso 2 marzo, ho inserito un monologo che racconta come la vessazione psicologica, economica e fisica degli uomini violenti renda la vita delle donne un inferno, attraverso anche una “certosina” manipolazione emotiva che fa sentire le donne oltre che vittime anche colpevoli». Poi conclude: «Bisogna denunciare e riprendersi la dignità che c’è stata assegnata alla nascita».

La presidente: «Uno spot per ritrovare il coraggio»

Entusiasta dell’iniziativa anche la presidente dello sportello, Teresa Sposato. La donna ha dichiarato: «L’obiettivo de La Ginestra è arrivare al cuore di quelle donne che convivono tutti i giorni con il demone della violenza, per far sapere loro che siamo pronti a tendere loro la mano, a difenderle e ad accompagnarle fuori dalla morsa della violenza. Obiettivo che vogliamo raggiungere utilizzando tutti i mezzi, perciò abbiamo pensato ad uno spot e alla radio. La radio è l’amica di tutti ma soprattutto di noi donne, quella che ci tiene compagnia in macchina, a casa, in ufficio, quella che ci fa emozionare attraverso una canzone e che attraverso uno spot può infondere coraggio a quelle donne che l’hanno perso, permettendo di salvargli la vita».

Un fiocco rosso contro la violenza

Nella stessa giornata, numerose attività commerciali dei comuni di Santa Maria del Cedro, Grisolia e Diamante che aderiranno allo spirito dell’iniziativa, esporranno una locandina dell'associazione "La Ginestra" con un fiocco rosso per unirsi simbolicamente contro la violenza sulle donne.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio