Catanzaro, lottizzazioni a Giovino: si andrà al Consiglio di Stato

La proprietaria di un terreno Elena Di Tocco, attraverso il legale Francesco Pitaro, ha appellato la sentenza del Tar con la quale si giudicava nullo il permesso a costruire sulla base della scadenza del piano attuativo comunale 

di L. C.
martedì 24 luglio 2018
13:52
2 condivisioni

Si andrà avanti colpo su colpo nell’intricata vicenda che vede contrapposti il Comune di Catanzaro e Elena Di Tocco, proprietaria di un terreno in località Giovino, dove ha in animo di realizzare un’area attrezzata all’aperto dedicata alle attività sportive con annesse residenze stagionali e attività commerciali. Di Tocco ha infatti proposto ricorso al Consiglio di Stato, assistita dall’avvocato del foro di Catanzaro Francesco Pitaro, per annullare la sentenza del Tar, con cui i giudici amministrativi hanno confermato il provvedimento comunale di ritiro del silenzio assenso maturato sulla richiesta di permesso a costruire.

 

La sentenza del Tar

La sentenza del Tar aveva rigettato il ricorso di Elena Di Tocco motivandolo con l’avvenuta scadenza del piano attuativo e con l’impossibilità di costruire con singole richieste di permesso. Proprio queste argomentazioni sono state oggetto di impugnativa, in particolare, nella parte in cui il Tar ha affermato che per costruire sul singolo lotto di terreno, di soli quattro ettari, occorrerebbe urbanizzare l’intero comparto che è di vastissime dimensioni, 220 ettari complessivi, e che appartiene anche ad altri proprietari.

 

L'appello al Consiglio di Stato

Nel ricorso al Consiglio di Stato, il legale ha inoltre rilevato che il consulente nominato dal Tribunale per predisporre una relazione tecnica ha ritenuto ammissibile la richiesta di permesso a costruire avendo rinvenuto le necessarie opere di urbanizzazione. Infine, il decaduto piano attuativo non è nemmeno applicabile ai propri terreni e che lo stesso piano attuativo è completamente inefficace e inadeguato per come ammesso dallo stesso Comune di Catanzaro. Si è in attesa della fissazione dell’udienza per la discussione dell’appello.

 

l.c.

 

Leggi anche: Catanzaro, Consiglio di Stato conferma il passo falso del Comune su Giovino

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: