A Lamezia la cultura antimafia parte dalle scuole

Al centro, nella giornata di domani all’istituto professionale Einaudi, la figura di don Puglisi, il prete ucciso dalla mafia nel ‘93

mercoledì 26 ottobre 2016
15:52
Condividi

La figura di don Pino Puglisi , il prete ucciso dalla mafia nel 1993 sarà al centro dell’incontro che domani alle ore 11,00 si terrà presso l’Istituto Professionale Einaudi a Lamezia Terme ed al quale parteciperà la giornalista, autrice del libro Bianca Stancanelli.

 Un momento molto interessante di confronto sulla questione ancora irrisolta della mafia. Un dialogo a tutto tondo tra gli allievi che hanno letto e recensito il lavoro della Stancanelli e che da corpo al progetto “Ti leggo . Viaggio con Treccani nelle forme di lettura” realizzato con la Fondazione Trame, le Associazioni Antiracket calabresi.

 Il progetto prevede la partecipazione attiva degli alunni delle scuole secondarie  sul tema delle mafie e della legalità con l’obiettivo di creare consapevolezza e maggiore impegno antimafia anche e soprattutto nel contesto delle future generazioni.

Sonia Rocca

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: