Un demonio col pigiamino: quando metterli a letto è una mission impossible

I vecchi post su Facebook scritti quando non avevo figli ma la sera dicevo comunque di sentirmi stanca, oggi, che devo lottare con la mia “ricciolina sadica”, appaiono ridicoli

di Antonella  Mangano
giovedì 16 novembre 2017
12:26
Condividi

Ormai Facebook l'abbiamo un po’ tutti. Tutte le mattine, sulla propria bacheca, appare una specie di memorabilia degli anni passati che si chiama "accadde oggi": ti fa praticamente vedere cosa scrivevi, nello stesso giorno, gli anni precedenti all'attuale.


Ecco, amici miei, capita che alcune volte io senta la sincera necessità di sputare in faccia la me stessa del passato.


Quella me che si sente figa, donna in carriera, che torna a casa e scrive su Facebook "non sono mai stata più stanca in vita mia", oppure "distrutta ioooo".


Cara, cara la mia Antonella del 2009, tu puoi anche aver camminato per 12 ore consecutive su tacco 12, magari portando una cesta di rositi da 32 chili sulla testa e trascinando coi denti 28 bus dell'Amaco: niente, niente potrà mai essere paragonabile a una giornata intera con una ricciolina sadica nella tua vita.


Non è tutto: quando arriva la sera, che le tue forze ti stanno abbandonando, e speri anche le sue, magicamente la piccola ribelle acquisisce una forza misteriosa ancora studiata da premi Nobel e non.


Per rendere maggiormente credibile e sorprenderti di più, può anche succedere che la piccina si addormenti in braccio a te. E tu credi che sia fatta.


Invece no, cari amici. Non si sa da dove, ma al momento della vestizione pigiamesca, la tenera creatura diventa come un ciclista sfinito dopo una salita alpina in volata, una forza sovrannaturale prende il sopravvento, e tu ti ritrovi con una felpina di Minnie ad inseguire, totalmente priva di ogni forza, un essere animato dalle peggiori intenzioni, che salta sui letti, che cerca di appendersi all'armadio, che cammina sul soffitto.


Ti viene in mente la tua mamma, svariati anni fa, che ti terrorizzava con frasi tipo "la notte è del demonio", e finalmente capisci perché dicesse cose così terribilmente strane. Anche lei ha provato in ogni maniera a fermarti, ma è impossibile. Puoi solo sperare di trovare il vano delle batterie e rimuoverle.


Poi, magicamente, si addormenta, e tu ti inginocchi e simuli un urlo di vittoria, ovviamente non osando fiatare per non svegliarla...
Ecco, cara Antonella del 2009. Prova a terminare una giornata così. Vediamo se scrivi ancora "distruttaaaa iooo"...

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Antonella  Mangano
Giornalista
Ciao, mi chiamo Antonella Mangano, sono una mamma, una donna, una zia, una moglie, una delle admin della pagina MaCs - Mamme a Cosenza e scrivo. Scrivo sempre, anche quando non dovrei farlo. Scrivo per il mio blog www.lamangano.com, scrivo su MaCs, ho scritto un libro, ne sto scrivendo un altro, scrivo su Facebook, scrivo su Whatsapp, scrivo soprattutto quando la mia piccola Mia me lo consente e da oggi scrivo anche qui. Nel dettaglio, scrivo del mio essere mamma. La più bella esperienza che possa capitare di scrivere a chi, come me, ama condividere.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: