Vibo, il mare del Pennello minacciato dall'inquinamento dei torrenti

VIDEO | Dopo le lamentele per il Sant'Anna, nella frazione marina riflettori puntati sul fosso La Badessa che riversa in acqua tutto quello che raccoglie lungo il suo corso privo di manutenzione e interventi di pulizia 

di Agostino Pantano
mercoledì 10 luglio 2019
15:12
27 condivisioni
Il fosso La Badessa, a Vibo Marina
Il fosso La Badessa, a Vibo Marina

Anche nella zona de Il Pennello, a Vibo Marina, c’è uno scarico a mare che preoccupa i bagnanti. Dopo le lamentele per il torrente Sant’Anna, è la volta delle proteste per il fosso La Badessa e a farsene portavoce è l’imprenditore Bruno Pileggi. Il rigagnolo sgorga in riva, solo che a monte è un fiume avvolto nel degrado. Canneti che s’alzano fino ai tetti delle case, melma, presenza di insetti e – denuncia il cittadino – finanche topi e serpenti.

Nel fosso arrivano anche le acque bianche gestite dal sistema di depurazione di cui è competente il Corap, e Pileggi indirizza i suoi strali contro il Comune che non bonifica gli argini e non assicura la normale pulizia a una spiaggia che ha un pessimo biglietto da visita.

   

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: