Catanzaro, associazioni chiedono il ritiro della Tosap -VIDEO

I presidenti de “I quartieri” e de “Il Pungolo per Catanzaro” hanno diffidato il sindaco ad annullare la delibera che prevede il pagamento della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche

di Luana  Costa
lunedì 11 giugno 2018
12:32
3 condivisioni

È stata inoltrata all'amministrazione comunale di Catanzaro una diffida che porta la firma di Alfredo Serrao, presidente dell'associazione "I Quartieri", e di Francesco Pitaro, presidente dell'associazione "Il Pungolo per Catanzaro", con cui si chiede il ritiro del provvedimento approvato dal Consiglio comunale con il quale viene introdotta una nuova tassazione. La Tosap, a partire dallo scorso mese verrà applicata ai condomini e alle attività commerciali che non disponendo di aree private occupano le superfici pubbliche per posizionare i carrellati destinati alla raccolta dei rifiuti differenziati.

 

Nella diffida le due associazioni citano due distinte pronunce della Corte di Cassazione che hanno affermato il principio secondo cui «la Tosap, con riferimento alla allocazione dei bidoni, deve essere corrisposta dalla società che si occupa del servizio di raccolta e rimozione dei rifiuti». Insomma, i costi dovrebbero essere addebitati alla Sieco, società che nella città di Catanzaro gestisce il servizio.

 

Nel frattempo, monta la polemica tra i cittadini che già versano alle casse comunali la Tasi, tassa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, e che a breve dovranno sopportare un aggravio dei costi.

 

Luana Costa

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: