Pesca, sequestrati 220 chili di novellame a Rosarno

Violate norme su taglia minima del bianchetto e sulla tracciabilità. Il prodotto ittico è stato giudicato non idoneo al consumo e quindi distrutto

mercoledì 16 maggio 2018
16:04
7 condivisioni

Un'attività di controllo della filiera di pesca condotta dalla Capitaneria di porto - Guardia Costiera di Gioia Tauro, ha permesso di sanzionare due violazioni della normativa in materia di pesca e, in particolare, di salvaguardia delle specie ittiche e di etichettatura e tracciabilità del pescato. Nel corso del primo controllo, effettuato dalla Capitaneria di Gioia Tauro in sinergia con la Polizia stradale di Siderno, è stato accertato il trasporto di prodotti ittici pescati in violazione della normativa sulla taglia minima consentita per la cattura del bianchetto. Il prodotto sottomisura (foto di repertorio) è stato rinvenuto in un'auto fermata lungo la statale 682, a Rosarno. Sono stati sequestrati 220 chilogrammi di prodotto. Un altro controllo, stavolta a carico di ristorante nella frazione Tonnara di Palmi, ha portato al sequestro di 40 chili di pesce per violazione delle norme sulla tracciabilità del pescato. Il prodotto ittico è stato giudicato non idoneo al consumo e quindi distrutto.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: