«La tosap non è una nuova tassa sui rifiuti» -VIDEO

A Catanzaro fanno discutere le nuove regole per il posizionamento dei carrellati e quindi la tosap, tassa per l'occupazione del suolo pubblico. L'assessore all'ambiente Domenico Cavallaro chiarisce

di Rossella  Galati
sabato 9 giugno 2018
18:02
2 condivisioni

Fanno discutere a Catanzaro le nuove regole sul posizionamento dei carrellati. Dopo la conferenza stampa dei giorni scorsi infatti, nel corso della quale l'assessore comunale all'ambiente Domenico Cavallaro aveva spiegato modalità e tempi per amministratori di condominio e utenze commerciali per mettersi in regola con quanto disposto dalle modifiche al regolamento per la gestione integrata dei rifiuti urbani, in merito al corretto posizionamento dei carrellati condominiali sui suolo pubblico, e quindi al pagamento della tosap (tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) non sono mancate polemiche e confusione. E' lo stesso Cavallaro a chiarire ai microfoni di LaC News 24: «la tosap, non è una nuova tassa sui rifiuti. I rifiuti devono essere posizionati in dei carrellati all'interno della proprietà privata e vengono esposti soltanto nel caso in cui bisogna conferirli e l'azienda li deve prelevare. Se ci sono condomìni con almeno otto condomini o attività commerciali, c'è la possibilità di richiedere al comune di posizionare i carrellati sul suolo pubblico anziché in aree private e quindi bisogna pagare la tosap. Il fatto di pagare una tassa per l'occupazione del suolo pubblico non è una cosa nuova - prosegue l'assessore - tutte le attività pagano questa tassa che è prevista dalla legge. Non per niente la delibera è  passata all'unanimità. A prescindere dal colore politico, qui non si fa altro che regolarizzare una cosa che nella fase di startup non era prevista. Adesso noi non possiamo consentire di occupare il suolo pubblico poiché anche l'amministrazione comunale è soggetta a controlli e ci potrebbero dire di aver fatto un danno erariale». 

Il 70% dei cittadini si comporta correttamente

Cavallaro sottolinea poi che si tratta di una lotta che bisogna potare avanti nel rispetto di quei cittadini che si comportano correttamente: «non è giusto che ci siano dei cittadini che hanno addirittura affittato dei locali per mettere i carrellati, altri hanno sacrificato dei locali che potevano essere adibiti a ben altro, e altri ancora invece hanno sfruttato abusivamente il suolo pubblico. Io sono convinto che con questa normativa abbatteremo del 50% i carrellati che ci son sul territorio. L'iniziativa che ha preso l'amministrazione comunale, che ritengo giusta, deve essere perseguita fino in fondo. Dobbiamo cercare di far vedere questa città pulita e vigileremo sui comportamenti dei cittadini e dell'azienda che gestisce la raccolta». 

 

LEGGI ANCHE: Nuove tasse sui rifiuti a Catanzaro: si pagherà anche l’occupazione del suolo -VIDEO

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: