Rifiuti ancora per quattro mesi alla discarica di Crotone

E' quanto ha deciso il Tribunale amministrativo regionale che ha accolto l'istanza cautelare avanzata da Sovreco, gestore dell'unica discarica ancora attiva in Calabria

di Luana  Costa
venerdì 15 marzo 2019
08:23
9 condivisioni

Quattro mesi di tempo per trovare una exit strategy all'emergenza rifiuti. E' questa l'ultima scadenza fissata dal Tribunale amministrativo regionale che questa mattina si è pronunciato sul ricorso proposto da Sovreco, gestore dell'unica discarica ancora attiva in Calabria, teso ad annullare la comunicazione della Regione con la quale di fatto la si obbligava a continuare a smaltire rifiuti provenienti dal sistema pubblico. Già a gennaio l'amministratore delegato della società crotonese, Vincenzo Calfa, aveva infatti annunciato l'indisponibilità dell'impianto a ricevere ulteriori scarti a causa dell'imminente saturazione. Una lettera che per la verità ha trovato scarsa apertura alla Cittadella, dove ormai da tempo si annaspa in una situazione emergenziale tra bandi andati deserti e l'assenza di nuove discariche.

 

Proprio in ragione di queste difficoltà lo scorso febbraio i giudici amministrativi avevano rigettato la richiesta di sospensiva avanzata dalla società affermando "l'interesse pubblico alla non interruzione del servizio". Principio confermato anche con l'ordinanza emessa ieri dalla prima sezione del Tar che ha però aggiunto un ulteriore tassello nel riconoscere "il grave pregiudizio patrimoniale" arrecato a Sovreco. Da qui la pronuncia con la quale è stata accolta l'istanza cautelare ma slittata però di quattro mesi. La sospensiva del provvedimento regionale sarà efficace a partire dal primo luglio, a quella data il dipartimento Ambiente non potrà più imporre il conferimento degli scarti nella discarica di Crotone e, si spera, avrà trovato anche una soluzione alternativa. L'unica per la verità al momento al vaglio è quella di trasportare i rifiuti all'estero con un aumento dei costi sulla tariffa per i cittadini contribuenti.

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: